Giovanili 2017-2018 In Evidenza

Under 18: ritorno al successo (netto) con Academy Spezia “A”

L’Auxilium Under 18 torna alla vittoria superando, nettamente, l’Academy Spezia “A” con un rotondo 70-20

Under 18
Auxilium – Academy Spezia “A”  70-20
(18-4; 27-15; 52-15)

Auxilium: Ajmar 24, Lombardo 5, Ferrando 13, Boni 8, Pescio 8, Vigogna 4, Picasso 8, Raffetto.
All. Grandi, ass. Barbieri e Pescio
tiri liberi 9/18

Academy Spezia “A” : Mondini 3, Sorrentino 4, Montefiori, De Santis, Lombardi 2, Bonazzi 2, Albani 2, Canti, Sani 5, Valle, Brunetto 2.
All. Bonanni
tiri liberi 5/10

 

Non era un bel periodo in “casa Auxilium”…

le Under 18 avevano chiuso il 2017 con tre sconfitte nel mese di dicembre: due più che preventivate, contro Academy Spezia “B” ed Amatori Savona più, nell’ultimo turno prenatalizio, in trasferta a Pegli, contro una squadra nettamente sconfitta all’andata.

La formazione di Serie C (in gran parte formata dalle Under 18) aveva invece iniziato il 2018 con altrettante sconfitte, contro Marola, Cairo e Cestistica Spezzina, pur con tutte le attenuanti possibili (Cairo e Cestistica Spezzina partecipano alla Serie C da “fuori classifica”)…

sei sconfitte complessive nelle ultime 6 uscite a cavallo tra 2017 e 2018, non hanno di certo rappresentato il miglior carburante per le biancazzurre…

il lungo digiuno è stato rotto dalle Under 18, tornate in campo contro l’Academy Spezia “A” ad oltre un mese di distanza dall’ultimo impegno di campionato (16 dicembre).
Le spezzine sono ancora all’ultimo posto in classifica, con 9 sconfitte (due di misura con il Basket Pegli) in altrettanti incontri, ma all’andata le biancazzurre si imposero 55-34 con un break decisivo nel terzo periodo, dopo venti minuti chiusi in assoluto equilibrio.

Memori (forse) dell’andamento di quell’incontro le ragazze di Grandi sono partite a spron battuto, chiudendo il primo periodo sul 18-4, con realizzazioni distribuite su cinque giocatrici.

Nel secondo periodo 5 punti consecutivi di Ajmar (già in doppia cifra) ed una conclusione dalla distanza di Picasso (poche conclusioni dalla distanza ma con precisione ed efficacia “chirurgiche”) portavano le biancazzurre sul 25-10; un minimo di rilassamento, sia in difesa che in attacco, ridava energia alle spezzine che, con una tripla di Mondini si portava sul 25-15, cui seguiva una bella conclusione di Boni per il 27-15 prima dell’intervallo lungo.

Al rientro in campo le biancazzurre si presentavano ancor più determinate e, come all’andata, proprio nel terzo periodo costruivano il break definitivo. E che break…

11 punti consecutivi di Ajmar e la prima tripla di Lombardo, davano il via al break di 25-0 in dieci minuti (52-15 al 30’) che di fatto chiudeva l’incontro molto in anticipo.

Il black out delle spezzine continuava fino a metà del quarto periodo, con il tabellone ad indicare il 60-15, con un parziale di 35-0 in 16 minuti, cui seguivano cinque tiri liberi realizzati dalle spezzine.
In pratica il loro bottino totale dei secondi venti minuti.

Nel quarto periodo in particolare evidenza Ferrando che, dopo aver “fatto legna” (rimbalzi e recuperi), ma anche qualche “spreco” in attacco, realizzava ben 11 degli ultimi 14 punti delle biancazzurre, e buone indicazioni per coach Grandi: l’arcigna fase difensiva, nella quale si sono distinte tutte le giocatrici, nessuna esclusa, che ha generato molti recuperi con altrettante agevoli conclusioni in transizione e l’attenta fase offensiva in cui, contro la difesa schierata, la squadra, ben guidata da Picasso e Pescio, ha costantemente cercato la soluzione migliore all’interno di azioni corali.

Insomma, gloria (meritata) per tutte.

Di certo il miglior carburante anche per affrontare il prossimo incontro di Serie C, alla ricerca del primo successo del 2018…