In Evidenza Serie C 2017-2018

Serie C, Auxilium “corsara” a Chiavari contro Villaggio Sport

L’Auxilium, al primo vero incontro nel campionato 2017-2018 di Serie C, viola il campo del Villaggio Sport con un rotondo 29-68

Serie C

Villaggio Sport-Auxilium 29-68
(11-17; 15-29; 23-49)

Villaggio Sport: Sorio E. 3, Vaccaro 8, Focacci, Rodriguez E. 5, Celano 8, Parodi, Castagnola 2, Sorio A. 3, Ostigoni, Gorrasi, Rodriguez G., Devoto.Tiri liberi 11/22
All. Canepa

Auxilium: Carbonell 18, Giachin, Ajmar 3, Lombardo, Varoli 13, Pescio, Ferrando, Policastro 5, Vigogna 5, Picasso 16, Bonini 4, Raffetto 4. Tiri liberi 5/11
All. Grandi-Barbieri

Dopo il rinvio degli incontri con Basket Cairo e Blue Basket Ponente (quest’ultimo si recupera mercoledì 15 alle ore 20) e la sconfitta ininfluente a Spezia (contro la Cestistica Spezzina, formazione fuori classifica), per le biancazzurre dell’Auxilium la trasferta a Chiavari contro il Villaggio Sport rappresentava il vero e proprio esordio stagionale nel campionato di Serie C.

Un esordio estremamente positivo per la giovane formazione di Grandi e Barbieri, composta dall’ossatura delle Under 18 integrata dalle senior Carbonell, Bonini e Varoli e dalla capitana, ancora Under 20, Policastro.

Le biancazzurre hanno disputato un incontro caratterizzato da quello che sembra il “marchio di fabbrica” in questa stagione: una grande intensità difensiva e quintetti che, indipendentemente da chi è in campo in quel momento, si cercano di continuo in attacco, con conclusioni che spesso arrivano al termine di pregevoli azioni corali.
Vera e propria “musica” per lo staff tecnico, cui non sfugge l’importanza, anche nella fase offensiva, di giocatrici che, pur con prestazioni assolutamente più che positive, concludono occasionalmente un incontro senza punti all’attivo, come oggi Giachin, Lombardo, Pescio e Ferrando.

Le biancazzurre fin dall’inizio danno l’impressione di non voler concedere nulla alle avversarie: nel primo periodo, in cui vanno a segno anche Ajmar, Policastro (tripla), Carbonell e Picasso, ad imperversare in attacco è Varoli (8 punti per lei nei primi dieci minuti), la difesa in buona sostanza concede solo conclusioni dalla lunga distanza.
Rodriguez e due volte Celano mettono tre triple che, con l’aggiunta di un canestro di Vaccaro, rappresentano tutto il “bottino” del primo periodo delle padrone di casa.

Giulia Picasso (2002)

Le biancazzurre non si scompongono e nel secondo periodo concedono alle avversarie un solo punto in 9 minuti, nel corso dei quali sale in cattedra una sontuosa Giulia Picasso.
La giovanissima play dell’Auxilium (2002, ancora U16) mette in mostra quella che sta diventando la sua conclusione preferita: arresto in palleggio e tiro (a bersaglio) dalla distanza, se occorre anche da tre…
La sua è una crescita costante, soprattutto in termini di autorevolezza.
Sono ben 6 le sue conclusioni dalla distanza (due le triple) a cavallo tra il secondo ed il terzo periodo, che si chiude con una tripla di Vigogna a conclusione di una brillantissima azione corale, mentre la difesa concede alle avversarie in quindici minuti solo 10 punti, tutti da tiro libero.
Nel quarto periodo (aperto e chiuso dai 4 punti di Raffetto) Carbonell, fino a quel momento esclusivamente al servizio delle compagne, “si prende la scena”, deliziando i presenti con tre stoppate e 13 punti (10 consecutivi) in pochi minuti.

Primi due punti conquistati, con l’auspicio di poterli “raddoppiare” mercoledì, nel recupero casalingo contro il Blue Basket Ponente.