foto_evid_gara1finale
Giovanili In Evidenza

Finale Under 16, gara 1: vince l’Academy Spezia (57-54) ma l’Auxilium c’è…

21 aprile 2017

Under 16

Playoff finale Gara 1

Basket Academy  – Auxilium 57-54
(13-12; 28-26; 46-44)

Basket Academy: Strata ne, Montefiori 2, Lombardi, Cecchinelli, Gioan 23, Leonardini 7, Ravani 11, Stella 4, Mangano 8, Valle 2.
All. Gioan
TL 13/27

Auxilium: Varoli 2, Paleari 22, Dal Toso, Bisio, Guenna, Guerra 6, Gonella ne, Vigogna 6, Picasso 6, Cuttini 8, Curreri 4, Sante.
All. Oneto Ass. Griffanti-Pescio
TL 9/16

Finale regionale Under 16, gara 1: l’Auxilium è di nuovo a Spezia, come in semifinale, ma stavolta l’avversaria, come da copione, è ancora più tosta.
Basket Academy, allenata dall’esperto Danilo Gioan, ha fin qui inanellato 18 vittorie in altrettante partite; nei due precedenti incontri tra le due squadre (in Poule Elite) le spezzine si erano imposte con vantaggi minimi (67-64 e 67-68) ma erano incontri, viste le posizioni di classifica, ininfluenti e quindi dal valore relativo.
In semifinale le spezzine avevano perentoriamente eliminato il Basket Pegli (78-34 e 58-18!) mentre le biancazzurre si erano qualificate per la finale superando le Girls Spezia in gara 3, al termine di una serie combattutissima.
Tutto questo per sottolineare come la sconfitta (57-54) subita in gara 1 di finale, dopo aver condotto a lungo, debba essere letta come il segnale di un livello di assoluta competitività raggiunto dalle nostre ragazze in questo campionato Under 16, con la consapevolezza che si possa ripetere quanto già visto in semifinale: una gara 1 persa con più di un rimpianto, una gara 2, sul campo amico, per pareggiare i conti e rimandare il tutto ad un’elettrizzante gara 3 in cui, come dimostrato in semifinale, il fattore campo può contare molto relativamente.

Ma veniamo alla cronaca.
Le ragazze di Oneto (assistito da Pescio e Griffanti) partono con “la faccia giusta”.
Paleari si carica sulle spalle il peso offensivo, suoi i primi 8 punti dell’Auxilium che deve però fare subito i conti con due falli in soli 3 minuti del play Picasso.
Metà bottino dell’Academy arriva dalla lunetta, e dalla lunetta arrivano anche i due punti di Cuttini, che chiudono il primo periodo sul 13-12 per le padrone di casa.
In apertura di secondo periodo vanno a segno tutte le biancazzurre (Curreri, Varoli, Guerra, Cuttini e Paleari), l’Auxilium si porta sul 13-20 ma non riesce ad “affondare” ulteriormente.
3 punti di Ravani ed una tripla di Gioan riportano sotto l’Academy che trova un’altra tripla dalla stessa Gioan (14 anni e tanta personalità) per il controsorpasso.
Si va all’intervallo lungo sul 28-26.
In apertura di terzo periodo altro break dell’Auxilium che con Paleari, Vigogna e Picasso piazza un altro 8-0 per il 28-34 che nuovamente viene “stoppato” da due triple quasi consecutive di Gioan, cui risponde una tripla di Paleari.
E’ partita vera, intensa, l’Academy si porta sul +4 (46-42), vantaggio dimezzato da una “magia” di Picasso a fil di sirena, per il 46-44 del 30’.

Di nuovo l’apertura di periodo (il quarto) è favorevole alle biancazzurre.
Guerra pareggia i conti con una brillante iniziativa in cui purtroppo si infortuna alla caviglia e non rientrerà più in campo.

4 punti consecutivi di Vigogna portano l’Auxilium sul 46-50 al 35’.
Le ragazze di Oneto hanno ben 5 possessi per portarsi sul +6 ma sprecano malamente un paio di ghiotte occasioni e nelle altre tre vengono fermate in attacco da decisioni “discutibili” dei direttori di gara, ma ci sta…
Le spezzine, a digiuno per oltre 5 minuti, trovano nuove energie, Ravani dalla lunetta suggella il sorpasso, cui segue la replica di Paleari.
Ma nel frattempo, oltre all’infortunata Guerra, coach Oneto vede uscire per 5 falli Bisio, Curreri e Cuttini (un parziale di 9 falli a 2 abbastanza inusuale); l’Academy raggiunge il suo massimo vantaggio sul 57-52.
Paleari riporta l’Auxilium ad un solo possesso di distanza ed a pochi secondi dal termine ci sarebbe anche la possibilità di un ultimo possesso per l’ipotetico aggancio: rimessa laterale in zona d’attacco ed ennesima palla persa che chiude gara 1 sul 57-54.

Proprio l’ultima azione deve servire da monito per le nostre ragazze: ben 7 palle perse (oltre all’ultima) su rimessa laterale o dal fondo in zona d’attacco sono un regalo troppo ghiotto per avversarie forti come quelle che inevitabilmente si trovano in qualunque serie di finale.

Correggere questo “difetto” e ridurre il numero dei falli in cui sono ingenuamente cadute le nostre ragazze (soprattutto quando è attivo il bonus) potrebbe già fare la differenza in una serie che, a giudicare dall’andamento di gara 1, è alla nostra portata.

Gara 2 è in programma il 28 aprile alle ore 18 al PalAuxilium di via Cagliari.
Parola d’ordine?
visto che porta bene… 
Si può fare….