finale_gara3_evid
Giovanili In Evidenza

Le Under 16 Auxilium espugnano Spezia in gara 3 e volano in finale

9 aprile 2017

Under 16
Gara 3 semifinale playoff

Girls Spezia – Auxilium 56 – 75
(15-15; 30-27; 42-47)

Girls Spezia: Mondini, Giaroli 11, Sani 3, Cacopardo 1, Canti, Moscatelli 10, Albani 2, De Santis ne, Bacchini 10, Tronfi 14, Dato, Oueslati 5.
All. Basso. Ass. Roncallo Tiri liberi 18/29

Auxilium: Varoli 3, Paleari 30, Dal Toso, Bisio 2, Guenna 2, Guerra, Gonella, Vigogna 2, Picasso 23, Cuttini 7, Curreri 6, Sante.
All. Oneto. Ass. Griffanti e Pescio. Tiri liberi 15/26

Grande impresa dell’Auxilium Under 16 che in gara 3 di semifinale playoff supera a domicilio le Girls Spezia ed in un colpo solo si guadagna l’accesso alla finale e la certezza di poter disputare quantomeno lo spareggio per la fase interregionale.
Le due squadre, per una singolare coincidenza di formula e calendario, si sono affrontate cinque volte nelle ultime sei settimane e le spezzine avevano sempre vinto, compresa gara 1 di playoff che sembrava aver indirizzato la serie a loro favore, anche in virtù del vantaggio del fattore campo nell’eventuale gara 3.
Le ragazze di Oneto hanno comunque “scelto”, per i loro successi, le due partite più importanti, quelle in cui sarebbe stato necessario vincere. Una dimostrazione di carattere, di caparbietà, che potrebbe incidere non poco sulla consapevolezza delle loro qualità e potenzialità.
Come da copione, ogni gara di playoff è totalmente diversa dalle altre, e gara 3 non poteva fare eccezione.
Vigogna, efficace terminale offensivo nelle prime due gare (“condite” da ben 5 triple complessive) realizza il primo canestro dell’incontro ma incappa prestissimo in due falli, ed Oneto deve immediatamente correre ai ripari.
Il coach delle biancazzurre può però contare su un’indemoniata Picasso (partita semplicemente sontuosa) che, oltre a condurre il gioco diligentemente, come sempre, si carica letteralmente la squadra sulle spalle sia con efficaci penetrazioni che con una tripla che ha il merito di rintuzzare il primo tentativo di break delle spezzine.
striscione_rSuoi 9 punti nel primo periodo, che si chiude sul 15 pari.
Nelle prime due gare della serie Paleari, top scorer dell’Auxilium, aveva un po’ faticato nei primi venti minuti; la notizia buona per coach Oneto arriva proprio da lei. Senza fare sfracelli, come farà poi nei secondi venti minuti, comincia a farsi sentire in attacco anche lei: 7 punti (tripla compresa) nel solo secondo periodo, con doppia cifra già superata prima dell’intervallo lungo.
L’Auxilium potrebbe chiudere in vantaggio i primi venti minuti senza un pasticcio combinato proprio negli ultimi secondi: canestro “comodo” del +1 letteralmente buttato al vento e rapida conclusione di Moscatelli per il 30-27. Ma Oneto non sembra preoccupato: ha già effettuato ampie rotazioni, ha avuto risposte concrete sia da Guenna che da Curreri, Bisio e Guerra, ed è riuscito a far prendere fiato in panchina alla preziosa Picasso.
Dopo l’intervallo lungo si vede in campo un’Auxilium ancor più determinata.
Le spezzine salgono fino al +5 ma il nuovo tentativo di break non si concretizza: Paleari fa letteralmente la differenza su entrambe le parti del campo: mette in carniere ben 13 punti (sui 20 di squadra) ed è molto efficace in fase difensiva su Giaroli. Proprio da una sua deviazione su una tripla tentata da Giaroli nasce un rapido attacco dell’Auxilium che si conclude con una tripla di Picasso, ed in pochi minuti si concretizza il sorpasso, che sarà definitivo.
Il terzo periodo si chiude sul 42-47 per le biancazzurre, e la sensazione è che proprio le genovesi possano avere più energia per conquistare la posta in palio.
Ed è proprio così; le triple di Paleari, Picasso e Curreri frustrano le ambizioni spezzine; Cuttini è molto efficace nella “lotta” vicino a canestro e si guadagna preziosi tiri liberi (per lei 7 punti in pochi minuti).
Picasso conclude la sua magistrale prestazione con 11 punti nel quarto periodo in cui le padrone di casa realizzano due soli canestri su azione, il vantaggio dell’Auxilium arriva a toccare anche quota +21
Finisce 75-56 ed è festa grande in campo e sugli spalti, nel settore occupato da numerosi sostenitori giunti da Genova, comprese le senior della Serie C e diverse Under 18, con Chiara Lombardo a “coordinare” il meritato sostegno, assordante ed incessante per tutti i 40 minuti.
A breve si conosceranno le date delle finali regionali, in cui l’Auxilium dovrà affrontare l’altra formazione spezzina, l’Academy, società nata pochi mesi fa, le cui Under 16, allenate dall’esperto Gioan, sono fino ad oggi imbattute.