Giovanili In Evidenza

Under 18 Auxilium: terzo posto e spareggio interzona!!!

Under 18

30 marzo 2017

Basket Marola – Auxilium 46-33
(13-4; 20-13; 32-23)

Marola: Ravenna 6, Sturlese, Brunetto, Mori 21, Martini 2, Parolisi, Pierleoni 3, Frantulli 14.
All. Martini. Tiri liberi 4/10

Auxilium: Ajmar 12, Lombardo 1, Ferrando 1, Paleari 4, Dal Toso ne, Pescio 9, Guerra 4, Picasso 2, Cuttini, Raffetto ne.
All. Grandi. Ass. Pescio. Tiri liberi 7/22

Le Under 18, pur sconfitte a Marola, conquistano il terzo posto nel campionato regionale ed acquisiscono il diritto a disputare lo spareggio interregionale per l’accesso all’interzona.
Un risultato assolutamente insperato alla vigilia del campionato, in cui i favori del pronostico erano tutti indirizzati a Girls Spezia, Amatori Savona (che non a caso sono le due finaliste del campionato regionale) e Basket Marola.
Le ragazze di Grandi e Pescio hanno disputato un campionato di grande regolarità, in cui hanno dovuto soccombere solo di fronte alle due finaliste, oggettivamente fuori portata.
La partita clou dell’intero anno è stata quella dell’andata contro il Basket Marola, superato di ben 24 punti al termine della migliore prestazione dell’anno.
Per “conquistare” l’insperato terzo posto sarebbe stato sufficiente mantenere, nell’incontro di ritorno, questo “tesoretto”, ed è stato forse proprio questo elemento a condizionare la prestazione delle biancazzurre.
Rispetto all’incontro precedente coach Grandi recupera Ajmar e Raffetto, al rientro dalle “famigerate” gite scolastiche, che invece costringono Giachin ad un nuovo forfait.
Nei primi sette minuti le ragazze di Grandi sembrano paralizzate in attacco, ed il Marola si porta sul 12-0, sospinto da Mori e Frantulli (eccellente prestazione per entrambe).

Mori (Marola) e Picasso (Auxilium)
Mori (Marola) e Picasso (Auxilium)

Ci pensa Ajmar, dalla distanza, a “svegliare” le compagne, ben supportata da un’intraprendente Pescio.
L’iniziale “emorragia” viene proprio contenuta da quest’ultima nel secondo periodo in cui, pur con qualche spreco e con una serie di discutibili decisioni del direttore di gara, un’Auxilium più determinata in difesa  arriva all’intervallo lungo con un rassicurante -7 (20-13).
Coach Grandi deve fare i conti con la miglior realizzatrice Paleari sorprendentemente a quota zero e con i falli che limitano non poco il minutaggio di Ferrando e Picasso, quest’ultima peraltro molto preziosa in coppia con Pescio a garantire fluidità nel gioco contro la comprensibile aggressività difensiva delle padrone di casa.

Nel terzo periodo è ancora Ajmar a suonare la carica, con 6 punti consecutivi che uniti al primo canestro di Paleari portano l’Auxilium sul 22-21, costringendo le avversarie a ricominciare da capo.
Le biancazzurre sprecano almeno tre facili occasioni per il sorpasso che forse avrebbe definitivamente frustrato le ambizioni del Marola che invece, dopo alcuni minuti di “pausa”, ritrova la miglior Mori che realizza nel periodo non solo 10 dei 12 punti di squadra ma, soprattutto, gli 8 consecutivi che consentono alle padrone di casa di arrivare all’ultimo mini intervallo sul +9 (32-23).

Ferrando e Pescio
Ferrando e Pescio

Nell’ultimo periodo coach Grandi perde per un leggero infortunio l’ottima Pescio, la squadra ha un leggero appannamento offensivo tempestivamente punito da Frantulli con 6 punti consecutivi.
Le biancazzurre capiscono che è il momento di stringere i denti.
Cuttini e Paleari, in ombra in attacco, moltiplicano le energie in difesa.
Paleari sforna un assist delizioso per una conclusione acrobatica di Guerra ed in difesa sopperisce con due stoppate che valgono oro.

Ferrando e Lombardo catturano rimbalzi preziosi, le padrone di casa ricorrono al fallo sistematico per bloccare il cronometro, confidando sulla serata di scarsa vena dell’Auxilium dalla lunetta (6/16 nel quarto periodo…).

Ajmar (4 punti), Ferrando e Lombardo mettono però il risultato al riparo da sorprese, e la festa a fine gara è più che giustificata.

logoweareone_1200x650px