EleonoraPescio_evid
In Evidenza Serie C

NBAZena, vittoria nel derby con la Sidus e matematico terzo posto

Serie C

26 febbraio 2017

Sidus Genova – NBA Zena 33 – 53
(9-11; 17-26; 20-37)

Sidus Genova: Pastorino, Patrone 2, Zichinolfi 2, De Ferrari 4, Marelli, Pieri 4, De Moro, Rossi 2, Sobrero, De Nicola, Saturnino 13, Ferrari 6.
All. Rossi TL 7/13

NBA Zena: Lombardo, Ajmar 4, Policastro 10, Giacchè 2, Ferrando 2, Dagliano 18, Raffetto 3, Pescio 6, Carbonell, De Mattei 8.
All. Pescio TL 15/17

L’NBAZena supera la Sidus e conquista matematicamente il terzo posto con una giornata di anticipo sulla conclusione della stagione regolare; sarà quindi ininfluente l’esito dell’incontro in programma la prossima settimana (sabato 4 marzo, ore 21) contro l’Audax San Terenzo.

Proprio la formazione di San Terenzo, quarta in classifica a due soli punti dalle rosanero, con la sconfitta subita sabato sera a Lavagna aveva già fornito all’NBAZena il “match ball” per il terzo posto: alle ragazze di Stefano Pescio (in panchina in sostituzione di Andrea Grandi) sarebbe bastato vincere il derby con la Sidus, già ampiamente superata (78-15) all’andata.

Chiara Lombardo
Chiara Lombardo

E probabilmente proprio il largo successo dell’andata si è tramutato nell’ostacolo più difficile per le rosanero, che sono sembrate a lungo mentalmente poco presenti, quasi confidassero nell’ineluttabilità di un sicuro successo…

un atteggiamento che inevitabilmente presentato il suo conto, grazie anche all’energia messa in campo dalla Sidus che, nel primo periodo, dal pigro 5-7 (in sette minuti…) sale fino al 9-7, con la pronta replica delle rosanero, poco precise su azione, ma precise dalla lunetta con il 4/4 di Dagliano e Policastro.

Nel secondo periodo, pur incrementando il vantaggio, le ragazze di Pescio continuano però ad evidenziare troppa pigrizia, soprattutto un’insolita scarsa precisione in attacco, e non può essere un alibi l’assenza di una delle giocatrici più “produttive”, baby Paleari, seconda realizzatrice dell’NBAZena, impegnata con l’Under 16 a Spezia.

Il problema persiste anche dopo l’intervallo lungo (con 7 punti sugli 11 complessivi dalla lunetta, e due soli canestri su azione); le rosanero hanno però il pregio di migliorare l’intensità difensiva, limitando le avversarie a tre soli punti, tutti dalla lunetta.
In buona sostanza la “produzione offensiva” delle due squadre nel terzo periodo può essere riassunta in “ben” due canestri su azione e 10 punti dalla lunetta…

Alice Dagliano (foto Scarfì)
Alice Dagliano
(foto Scarfì)

Nonostante tutto però all’ultimo intervallo l’NBAZena ha già messo al sicuro il risultato (+17 al 30’) e la maggiore tranquillità fa ritrovare almeno in parte la precisione dalla lunga distanza, con ben quattro triple realizzate in dieci minuti da Policastro, Ajmar e due da Dagliano, che con le sue 4 triple odierne, si è confermata, come contro la Polysport Lavagna, il terminale offensivo più efficace per le rosanero.

E, dopo l’ultimo turno di stagione regolare, sarà proprio la Polysport Lavagna l’avversaria dell’NBAZena nel playoff di semifinale, che vedrà impegnate nell’altra semifinale l’Audax San Terenzo e l’imbattuta Cestistica Savonese, con le due “corazzate” (Cestistica Savonese e Polysport Lavagna) decisamente favorite per l’approdo alla finale.