marta_audax_evid
In Evidenza Serie C

L’NBA-Zena “dorme” per 32 minuti, poi si sveglia ma è tardi…

Serie C

17 dicembre 2016
Audax S. Terenzo – NBA Zena 47 – 41
(18-11; 29-19; 41-21)
Audax S. Terenzo: Cattoi 9, Pescetto, Persia 6, Russo C. 2, Moltedo ne, Conselmo, Canova 26, Del Carria ne, Gili 2, Lucignani, Russo M. 2.

All. Rossi TL 10/16
NBA Zena: Lombardo ne, Ajmar, Giachin ne, Bonni ne, Policastro 8, Giacchè 4, Ferrando 3, Dagliano 7, Raffetto ne, Paleari 7, Carbonell 10, De Mattei 2.

All. Grandi Ass. Oneto-Griffanti TL 2/4

 

Eliana Carbonell
Eliana Carbonell

L’NBAZena disputa una partita a dir poco “strana”, e nell’ultima giornata del girone di andata esce sconfitta dal campo di Lerici, lasciando i due punti all’Audax San Terenzo che, grazie a questa vittoria, raggiunge il terzo posto in classifica, appaiando proprio le rosanero.

Sembra iniziare con il piglio giusto l’NBAZena, con 5 punti (tripla compresa) di Policastro, numero 17 rosanero, cui replica la numero 17 locale, Cilli Canova, con 6 punti consecutivi che sanciscono il sorpasso dell’Audax. Purtroppo per le genovesi la 17 delle padrone di casa continuerà il suo show, con ben 14 punti nel primo periodo che si chiude sul 18-11.

Nel secondo periodo, sul 20-14, l’NBAZena spreca malamente ben cinque possessi consecutivi, e l’Audax ne approfitta con un 7-0 concluso da una tripla della solita Canova; la tripla di Carbonell addolcisce lo svantaggio delle rosanero, sotto 29-19 all’intervallo lungo (con ben 19 punti di Canova).

Ci si attenderebbe un rientro in campo ben diverso da parte delle rosanero, che invece entrano in un lungo cono d’ombra, in cui il canestro avversario sembra dotato di coperchio. Il digiuno, oltre 8’30”, è rotto da una conclusione dalla distanza di Carbonell, unici due punti di un parziale di 12-2 che porta le locali all’ultimo mini intervallo in vantaggio di ben 20 punti (41-21).

Al 32’, sul 43-23, lo scenario per l’NBAZena e tutt’altro che incoraggiante, e farebbe intravvedere il pericolo di una dèbacle ancor più consistente.

Improvvisamente la squadra trova un bagliore di lucidità, un’importante striscia (0-15) viene chiusa dalle triple di Carbonell, Dagliano e Paleari che portano l’NBAZena a meno 5 ( 43-38 al 37’); c’è la possibilità di giungere addirittura ad un possesso di distanza ma Policastro viene fermata da un discutibile fallo in attacco e, sulla replica, Cattoi mette la tripla del 46-38 che, di fatto, chiude ogni ulteriore velleità di rimonta.

il "fallo in attacco" di Marta Policastro...
il “fallo in attacco” di Marta Policastro…

Peccato, un maggiore equilibrio tra i primi 32 minuti e gli ultimi 8 avrebbe consentito, probabilmente, maggiori chances all’NBAZena che peraltro ha dovuto fare i conti anche con una direzione di gara quantomeno discutibile. 4 tiri liberi contro i 16 delle avversarie e, soprattutto, oltre 9 minuti nel quarto periodo senza falli sanzionati alle padrone di casa non sono ovviamente una prova ma certamente un dato che desta qualche perplessità.

Ma coach Grandi saprà ricaricare le pile alla squadra senza far leva su alibi che potrebbero sembrare di comodo. La squadra per 32 minuti non è stata all’altezza e si deve ripartire da qui per affrontare al meglio un girone di ritorno nel quale le genovesi avranno ben 6 impegni in casa e sole 3 trasferte. C’è spazio per cogliere un obiettivo insperato alla vigilia del campionato.

(foto di Giorgio Scarfì)