img_7212_evid
In Evidenza Serie C

NBAZena : sconfitta più che onorevole a Lavagna

3 dicembre 2016

Serie C

Polysport Lavagna – NBA Zena 49-39 (18-16; 36-18; 44-32)

Polysport Lavagna: Annigoni 7, Ronzitti 3; Fantoni 6, Bianchino, Donati ne; Fortunato 12, Venturini, Bracco ne, Copello 3, Principi 18.

All. Daneri. TL 5/10

NBA Zena: Lombardo, Ajmar, Giachin, Policastro 12, Giacchè 11, Ferrando, Dagliano 2, Raffetto, Paleari 8, Pescio ne, Carbonell, De Mattei 6.

All. Grandi-Oneto-Griffanti. TL 2/5

Prima sconfitta stagionale in trasferta per l’NBAZena che però esce a testa alta dal confronto con la Polysport Lavagna, una delle due “corazzate” (l’altra è la Cestistica Savonese) strafavorite per il successo finale nel Campionato di Serie C.

Una vera e propria gara “da ex”, con Principi, Bianchino e Bracco (ex NBAZena) e Carbonell, De Mattei e Giacché (ex Polysport) sulle sponde opposte.

La partita, dall’andamento strano, con alternanza di parziali netti, si conclude per l’NBAZena con una sconfitta dal risultato molto meno significativo di quanto non fosse lecito aspettarsi alla vigilia.

Partono benissimo le ragazze di Grandi, che sembrano giocare in scioltezza e con Giacché, Policastro, De Mattei e Paleari (quest’ultima sei punti nei primi 6 minuti), si portano sul 16-6, con le padrone di casa che possono contare solo su Principi (suoi i primi 6 punti, con 4/4 dalla lunetta).

Il secondo fallo di Paleari e le prime necessità di rotazione non portano buone nuove alle rosanero; Principi, sempre lei, realizza l’8^ punto, che sembra scuotere le padrone di casa.

Due triple consecutive (Fortunato ed Annigoni, appena entrata) sanciscono il pareggio a quota 16 e Fortunato sigla anche il primo vantaggio Polysport, che chiude il primo periodo sul 18-16.

L’NBAZena patisce non poco il controbreak delle lavagnesi; dal 6-16 del 7’ un lunghissimo black out offensivo delle rosanero consente alle padrone di casa di piazzare un perentorio 25-0 in dieci minuti (31-16 al 17’) che, dopo l’unico canestro del secondo tempo realizzato dall’NBAZena (Policastro, al 17’, per il 31-18) si amplia fino al 36-18 dell’intervallo lungo, con ben 16 punti di Chiara Principi.

Il parziale, incredibile, di 30-2 in tredici minuti, sembra il preludio ad una disfatta.

Le cattive notizie per coach Grandi continuano nell’intervallo, con De Mattei che si blocca per un fastidioso torcicollo (rientrerà solo nelle battute finali), togliendo alle rosanero una delle giocatrici fino a quel momento più positive.

La Polysport Lavagna con Copello raggiunge il massimo vantaggio (40-20 al 23’), ma è proprio a questo punto che la partita cambia direzione.

Desirèe Ferrando
Desirèe Ferrando

Le genovesi, sospinte dalle ottime Policastro e Giacché, ritrovano con più facilità la via del canestro, la difesa trova nuove energie (buona la prova di Ferrando) e riesce a rendere più complicato l’attacco della Polysport.

Nonostante alcuni banali errori, le rosanero riescono a ridurre progressivamente lo svantaggio, portandosi al 35’ sul 46-35 (con un parziale di 6-15 in dodici minuti) e dando quasi l’illusione di potersela di nuovo giocare.

Nel finale però entrambe le squadre segnano col contagocce e l’incontro si chiude sul 49-39.

Per coach Grandi (oggi assistito da Oneto e Griffanti) una sconfitta molto “dolce”, con numerosi riscontri positivi.

“Siamo soddisfatti della prestazione e del risultato. A parte il blackout in cui abbiamo preso il break decisivo abbiamo tenuto testa a una squadra che lo scorso anno disputava i playoff per la A2. Stiamo crescendo , e tenuto conto che siamo partiti molto in ritardo abbiamo margini inesplorati di crescita.  La strada è quella giusta”

Prossimo turno sabato 10 dicembre, ore 18, PalaDonBosco : sarà derby con la Sidus Genova.