In Evidenza Serie C

NBA-Zena : prima sconfitta, ma i segnali positivi non mancano

Serie C

3^ giornata

NBA Zena – Cestistica Savonese 49 – 77  (6 -17; 22-39; 40-62)

NBA Zena: Sciaccaluga, Lombardo, Ajmar, Giachin, Policastro 15, Giacché 9, Ferrando 2, Dagliano 9, Raffetto 2, Paleari 3, Perotto, Carbonell 9. All Grandi TL 9/20

Cestistica Savonese: Bologna, Aleo 14, Roncallo, Moretti 24, Sansalone 4, Makhandi, Iuliano 1, Penz 6, Zanetti 12, Guilavogui 5, Skiadopolou ne, Tosi 11.  All. Pollari TL 13/20

Giunge alla terza giornata la prima sconfitta per l’NBA-Zena che peraltro esce a testa alta dal confronto con la “corazzata biancoverde”, la Cestistica Savonese, formazione solida, costruita con non celate (e motivate) ambizioni di promozione in A2.

Nelle prime due giornate le savonesi hanno centrato altrettante vittorie (come peraltro le rosanero di coach Grandi) ma con risultati assolutamente eclatanti : 100 punti realizzati in ognuna delle due partite e soli 79 punti (complessivi) subiti!

coach Andrea Grandi
coach Andrea Grandi

Va da sé che l’obiettivo principale delle genovesi fosse quello di essere le prime a non subire 100 punti e l’obiettivo è stato ampiamente centrato.

Vero che alle savonesi mancava la greca Skiadopolou (frattura al mignolo della mano sinistra) ma è altrettanto vero che al suo posto le biancoverdi hanno potuto dare più spazio ad Irene Tosi (e scusate se è poco…), mentre coach Grandi (recuperata Chiara Lombardo) deve lamentare ancora le assenze di Bonni e Pescio ed ha potuto disporre di Eliana Carbonell solo dal 3^ periodo.

Ma veniamo alla cronaca della partita.

Molto contratte all’inizio le padrone di casa, che vedono le avversarie portarsi rapidamente sul 7-0.

Sono Dagliano (con una tripla) e Giacché a dare la sveglia alle rosanero che, a cavallo tra il finale del primo periodo ed il secondo periodo, trovano finalmente più fluidità in attacco in una partita sicuramente più piacevole e combattuta di quanto non fosse lecito aspettarsi alla vigilia.

La Cestistica Savonese però non perdona nulla ed alcuni banali errori delle rosanero (evitabili con una maggiore attenzione) si trasformano in altrettanti facili soluzioni in contropiede in cui si distinguono Moretti, Aleo e Zanetti. Errori che incidono non poco sull’entità dello svantaggio (-17) all’intervallo lungo, cui non sono estranei i 9 errori dalla lunetta delle genovesi.

Dal terzo periodo coach Grandi può contare anche sull’apporto di Eliana Carbonell, che aggiunge non poca vivacità all’NBAZena; le rosanero, nel loro migliore momento, spinte dall’ottima Policastro, recuperano dal -26 al -16 ed avrebbero anche l’opportunità di un comodo contropiede per il -14.

L’occasione viene però sprecata, errore immediatamente punito dalle biancoverdi, che danno il via ad una rapida striscia che le riporta a +24, di fatto chiudendo una partita che in realtà non è mai stata “aperta”.

Soddisfazione, al termine, per entrambi gli allenatori : Pollari ha avuto conferma solidità della sua formazione, che ha esibito qualità abbinata ad evidente concretezza; coach Grandi può invece guardare al futuro con un pizzico di ottimismo in più.

Pur sconfitte, come ampiamente previsto, le sue babies, uscite dal campo salutate dal meritato applauso dei sostenitori, hanno messo in mostra, fino all’ultimo secondo, un temperamento che in occasioni più “abbordabili” potrà tradursi anche in punti preziosi per la classifica.

Prossimo turno sabato 12 novembre, alle 20, a Loano.

One thought on “NBA-Zena : prima sconfitta, ma i segnali positivi non mancano

Comments are closed.